Trattamento principale e parametrazione

Il trattamento economico cui hanno diritto gli appartenenti alla Polizia di Stato si distingue in principale ed accessorio.
Nel trattamento economico principale sono compresi tutti gli assegni a carattere fisso e continuativo la cui percezione è legata alla sola sussistenza del rapporto di impiego ed alla qualifica posseduta; in particolare ne fanno parte lo stipendio (cd. tabellare), l’indennità mensile pensionabile, l’indennità integrativa speciale e, per il personale che ne abbia diritto, l’assegno di funzione, la R.I.A. (Retribuzione Integrativa d’Anzianità, prevista dall’art. 47 d.P.R. 266/1987 per il personale in servizio al 31.12.1986 come equivalente al valore per classi e scatti in godimento e maturati a quella data) e gli emolumenti pensionabili attribuiti a determinate qualifiche o posizioni.

Nel trattamento economico accessorio sono viceversa comprese le indennità destinate a compensare impieghi che comportino particolari disagi e/o responsabilità.

Come accennato in precedenza nel trattamento economico principale confluiscono dunque stipendio base, indennità pensionabile ed assegno funzionale.