Indennità per servizi esterni

La misura dell’emolumento corrisposto al personale impiegato nei servizi esterni è determinata nella misura lorda di € 6,00 per ciascun turno.
L’art. 9 del d.P.R. 164/02 ha inoltre modificato il presupposto previsto per l’attribuzione dell’indennità riferito alla durata del servizio esterno effettuato.
Il predetto articolo, infatti, prevede la renumerabilità anche dei servizi esterni di durata non inferiore a 3 ore continuative, fermo restando gli altri requisiti prescritti dall’art. 9 del d.P.R. 395/95 e dall’art. 11 del d.P.R. 254/99 (attività organizzata in turni, sulla base di formali ordini di servizio, svolta all’esterno degli uffici o presso enti e strutture di terzi) illustrati nelle circolari n. 333-A/9802.B.B.5.4 del 18 aprile e 31 luglio 1996 e n. 333-A/9807.D.2.2 del 20 dicembre 1999.
“Al personale che, ai sensi dell’art.8 comma 6 dell’accordo nazionale quadro vigente effettua un’articolazione del servizio a giorni alterni compete l’indennità per servizi esterni in misura doppia nella giornata in cui presta lavoro.” (Commissione paritetica – riunione del 20 marzo 2007)